You are currently viewing Vacanze studio a Londra, Martina ci parla della sua esperienza

Viaggi studio a Londra: lingua e cultura si fondono per regalare un’esperienza di vita unica.

Qui sotto trovate la testimonianza di Martina, una ragazza di 17 anni che per la prima volta ha intrapreso un viaggio educativo con noi e la nostra scuola partner. La nostra assistenza è stata totalmente gratuita. Per saperne di piu cliccate sul link sottostante https://www.languagesalive.com/corsi-di-inglese-e-viaggi-studio/ ed adesso la parola a Martina!

Martina
Martina

 

 Il mio viaggio studio di 7 giorni a Londra: La mia meravigliosa esperienza;

Quest’anno ho avuto l’opportunità di trascorrere una settimana nel college londinese di St. Giles. È stata un’esperienza bellissima che consiglio a tutti i miei coetanei. Ho trovato un sacco di persone simpatiche, ospitali che mi hanno fatto sentire subito a mio agio. Ho conosciuto ragazzi di tutto il mondo. C’era chi veniva dal Messico, dal Kazakistan, dalla Serbia e dal Giappone. Alcuni di loro si trovavano lì già da un po’; chi aveva fatto quattro settimane e chi invece solo una. Sono stata lì solo 7 giorni, ma mi sembrava di conoscere tutti già da mesi. Il tempo è volato e le nostre giornate erano piene di attività. Durante la settimana abbiamo partecipato alle lezioni di inglese tenute all’università di Westminster le quali erano piuttosto divertenti. Avevano un tema centrale e tutto ciò che facevamo in classe era incentrato su di esso.

Giorno 1: le gite culturali e le attivitá

Appena arrivata, ho dovuto fare un test che permettesse agli insegnanti di capire il mio livello. Il primo giorno, dopo aver passato la mattinata all’università e pranzato nella rispettiva mensa, gli insegnanti ci hanno accompagnato all’Imperial War Museum. Una volta arrivati lì con l’utilizzo dei mezzi pubblici, i nostri accompagnatori ci hanno lasciato 1h 30 min di tempo libero per poter visitare tutto il museo. È stato molto interessante, ma altrettanto stancante perché il museo era grandissimo!

Una volta tornati ai dormitori abbiamo avuto del tempo per riposarci e prepararci per andare a cenare. La sera eravamo sempre impegnati in delle attività che organizzavano i nostri tutor. Il primo giorno, per esempio, avevamo la serata “Drama and Music Games”.

Verso le 22:30 c’era poi il rientro nelle camere.

Londra

 

 

Giorno 2: in giro per Londra.

Il giorno successivo, sempre dopo le lezioni svolte la mattina, abbiamo avuto del tempo libero. Quel giorno non erano programmate attività, dunque noi ragazzi abbiamo deciso di organizzarci tutti insieme per andare al centro di Londra. Abbiamo passeggiato per la città, girato nei negozi, scattato un po ‘di foto e mangiato un gelato delizioso.

Penso sia stata una delle esperienze più formative perché ci siamo dovuti orientare da soli. Dopo essere rientrati, siamo andati a cenare tutti insieme nella solita mensa e poi abbiamo avuto altro tempo libero. Sono stata tutta la sera con i ragazzi messicani ed è stato fantastico conoscere le loro usanze e le loro tradizioni.

Giorno 3: gita ad Oxford       

Il terzo giorno, dopo aver fatto colazione, siamo andati con il pullman ad Oxford. Quella mattina non erano previste le lezioni. Avevamo tutte le attività organizzate fuori Londra. Il viaggio è durato un’oretta. Una volta arrivati abbiamo girato per la città, visitato il fantastico l’Ashmolean Museum, pranzato al sacco e siamo saliti su una barca che ci ha fatto girare per i canali.

Il panorama era stupendo; era pieno di giardini, fiori ed alberi. I ragazzi messicani mettevano la musica e cantavano tutti. Sembrava di stare in un film. Finito il punting (giro in barca tipica) i nostri insegnanti ci hanno lasciato un’ora di tempo libero. Come sempre abbiamo formato un gruppo e siamo andati in giro per Oxford. Abbiamo fatto un po’ di shopping e mangiato qualcosa.

Tornati al nostro meeting point ci siamo diretti verso l’autobus e dopo 1h e 15 min circa siamo ritornati ai dormitori. Ci siamo cambiati e preparati per la cena. Quella sera avevamo in programma la “Pizza night” dunque ci siamo riuniti tutti nella hall dove abbiamo mangiato e chiacchierato. Sempre verso le 22:30/23 siamo rientrati nelle camere. Di solito rimaneva sempre qualcuno sveglio che insieme agli altri scendeva in cucina tenendosi compagnia tra di loro mangiando qualcosa di dolce

 

Giorno 4: visita allo zoo di Londra

Il quarto giorno, dopo le lezioni mattutine, i nostri insegnanti ci hanno portato allo zoo. Abbiamo utilizzato i mezzi pubblici ed il viaggio non è durato poi così tanto. Come quasi per tutte le attività fuori dal college, appena arrivati abbiamo stabilito il meeting point (punto d’incontro) e poi ci hanno lasciati liberi di esplorare per conto nostro. Questa volta non si erano formati molti gruppi poiché c’erano ragazzi che volevano vedere i pinguini così come ragazzi che volevano vedere i leoni. Eravamo tutti un po’ sparsi per il parco. C’erano davvero tantissimi animali, anche quelli più bizzarri. Pesci, volatili, mammiferi, ragni di qualsiasi tipo. Lo zoo era grande e purtroppo non sono riuscita a vedere tutto. Nell’area  dei ragni c’era una stanza in cui potevi stare a “contatto diretto” con diverse specie di aracnidi.

Avevo davvero tanta paura, ma è stato fighissimo vederli da così vicino senza alcun tipo di protezione. Non facevano assolutamente nulla di male. Ognuno era impegnato a tessere la propria ragnatela.

Dopo aver girato quasi tutto lo zoo ci siamo ritrovati tutti dove avevamo stabilito e dopo circa un’ora e mezza di viaggio, tra camminata e mezzi pubblici, siamo arrivati ai nostri dormitori situati nel centro di Londra, vicino la stazione della metro di Euston.

Quella sera in programma c’era l’opera di Shakespeare in uno di quei teatri “dell’epoca”. È stato molto carino assistere allo spettacolo, anche se a dire la verità parlavano un inglese antico e quindi non era facilissimo capirli. Dopo lo spettacolo abbiamo fatto una passeggiata in centro proprio quando stava tramontando il sole. Vedere quei palazzi enormi insieme al tramonto è stata una delle cose più belle. Ovviamente quasi scontato che tutti noi ragazzi abbiamo fatto tantissime foto. Tornati in stanza siamo crollati, stanchi, ma felici.

Giorno 5: relax and shopping

Il venerdì, ovvero il 5° giorno, è stato piuttosto tranquillo. La mattina dopo le lezioni, prima di tornare per il pranzo, abbiamo fatto una piccola presentazione. Avevamo formato dei gruppi il giorno prima e insieme ci siamo organizzati. Il pomeriggio potevamo scegliere tra due attività: British Museum o Covent Garden. La maggior parte di noi ha optato per la seconda scelta. Ci siamo arrivati tranquillamente a piedi, abbiamo fatto circa 25 minuti di camminata. Anche lì, come sempre, ci hanno indicato il meeting point e l’orario di ritrovo. Non si erano formati molti gruppi, ognuno andava a fare shopping nel negozio che preferiva. Tutta questa autonomia che ci hanno dato è stata a parer mio molto utile per poter crescere. L’ho apprezzata molto.

Siamo rientrati ai dormitori verso l’ora di cena. Quella sera in programma c’era la “disco night”. È stata molto divertente poiché a turno sceglievamo le canzoni da mettere. Anche quella sera, nonostante gli insegnanti avessero spento tutto e fossero andati a letto, noi abbiamo continuato a chiacchierare e scherzare.

 Buckingham Palace

Giorno 6: l’ultimo giorno: Buckingham Palace

L’ultimo giorno, sabato, non c’erano lezioni. La giornata era programmata con attività che iniziavano già dalla mattina. Siamo andati a Buckingham Palace e abbiamo visitato l’interno del palazzo. Onestamente non mi sarei mai immaginata di poter entrare nella casa della Regina, ma così è stato!

Le stanze sono enormi e piene di mobili e oggetti di un valore inestimabile. Quest’anno, siccome si è celebrato il giubileo della Regina Elisabetta, c’era un’intera area dedicata ai suoi gioielli. Non credo di aver mai visto così tanti diamanti in vita mia. Tra le stanze in cui siamo potuti entrare c’era anche quella in cui sono stati battezzati alcuni membri della famiglia reale. All’interno del palazzo chiaramente non si poteva fotografare nulla, né tantomeno consumare cibo e bevande, perciò una volta usciti da lì abbiamo pranzato  e ci siamo riposati.

Nel pomeriggio, dopo aver passeggiato nel parco davanti al palazzo, i nostri insegnanti ci hanno lasciato del tempo libero. Noi, dopo esserci organizzati in gruppi, siamo andati a vedere il Big Ben e il London Eye. Dopo aver scattato tantissime foto, camminato per un paio d’ore e mangiato qualcosa, ci siamo ritrovati al meeting point ed insieme siamo tornati ai dormitori. Dopo esserci cambiati e riposati un po’, siamo scesi per andare a cenare per l’ultima volta alla mensa.

L’ultima attivitá e i saluti ai nuovi amici.

La sera, dopo aver mangiato, i nostri tutor avevano preparato la hall con il karaoke, dei dolci, bibite e patatine. Abbiamo cantato un po’ tutti, è stato divertentissimo. Eravamo tutti molto dispiaciuti che quella fosse stata la nostra ultima occasione per stare insieme; questo perché ognuno di noi, la mattina successiva, aveva orari e voli diversi. Ci siamo goduti le nostre ultime ore nel college insieme. Abbiamo riso e scherzato molto. Quasi scontato che quella sera siamo andati tutti a dormire molto tardi poiché non volevamo separarci.

Giorno 7 – Partenza e riflessioni

Sono venuta qui con mia sorella e abbiamo fatto questa esperienza insieme. Durante le lezioni avevamo però classi separate per via del nostro diverso livello di inglese. Anche lei ha stretto amicizia con ragazzi di varie parti del mondo. Entrambe siamo rimaste in contatto con alcuni dei nostri compagni, con i quali continuiamo ad esercitare il nostro inglese che è migliorato tantissimo. È stata un esperienza formativa sia al livello culturale sia al livello di apprendimento della lingua. Auguro a chiunque di poter partecipare ad un percorso formativo del genere.

È stato bellissimo, un’esperienza che rifarei subito!

 

Martina

Raffaella Palumbo

Passionate about languages & good food. I hold a Honours Bachelor’s Degree in Spanish and French, a Master’s degree in Intercultural Communication for Business and Professions and the CLTA teaching certificate. My hobby is chasing the sun around the globe. My favourite quote: “One language sets you in a corridor for life. Two languages open every door along the way” (Frank Smith)

Leave a Reply

I am over 16 years old, I authorise the processing of my personal data.
By proceeding, you agree to our Terms & Conditions. To find out what personal data we collect and how we use it, please visit our Privacy Policy.